musica e incontri nel piccolo intenso mondo di Castelnuovo, antico rione di Recanati (MC)

0

AmAnticA e Slow Food unite nel segno del buon cibo e della tradizione

«Non di sola musica vive chi verrà ad AmAnticA», potremo affermare parafrasando un noto passo evangelico.

E per soddisfare anche il palato, quest’anno sarà presente al Festival anche la Condotta Slow Food Loreto Val Musone con una decina di punti dislocati per le vie di Castelnuovo.
«Abbiamo selezionato per AmAnticA alcuni operatori gastronomici di qualità – ci ha spiegato il presidente Antonello Loreto – per offrire ai numerosi partecipanti a questa grande festa l’opportunità di cenare in loco mangiando cibo buono, pulito e giusto, com’è nella filosofia della nostra Associazione».
Tradizione, territorio e genuinità sono tre aspetti legati in modo indissolubile al Festival, ma anche a Slow Food: «La biodiversità – continua Loreto – non è solo agricola, ma investe ogni settore della nostra vita; la cultura, la tradizione e la musica segnano in qualche maniera le epoche e le situazioni storiche. Prendiamo il saltarello marchigiano ed abruzzese – prosegue -, dopo una dura giornata di lavoro nei campi, tornati a casa al tramonto, cosa si faceva per riposarsi? Si ballava sull’aia al suono di un organetto. Questa è la nostra Identità Contadina, dalla quale non si prescinde».

A sottolineare tale affinità di radici e valori, c’è una curiosità: la colonna sonora della manifestazione più importante targata Slow Food, il maggiore evento internazionale dedicato al cibo e alla gastronomia , “Terra Madre Salone del gusto”, che si tiene ogni due anni a Torino, è quella delle musiche popolari.

Nata in Piemonte nel 1986, Slow Food è diventata internazionale nel 1989 – nel 2004 la Fao l’ha riconosciuta come associazione no profit con la quale instaurare un rapporto di collaborazione – ed è impegnata in 150 Paesi in tutto il mondo per ridare il giusto valore al cibo, nel rispetto di chi produce, in armonia con l’ambiente e gli ecosistemi, grazie ai saperi di cui sono custodi territori e tradizioni locali. Attraverso l’attività dei sostenitori e degli associati che operano nelle Condotte e nei presidi dislocati nel territorio, Slow Food persegue gli obiettivi di difendere il cibo vero, che smette di essere una merce e mera fonte di profitto, e di promuovere il diritto al piacere per tutti, con eventi che favoriscono l’incontro, il dialogo, e la gioia di stare insieme.

Un perfetto matrimonio tra musica e cibo, quello tra AmAnticA e Slow Food, che arriva a pochi giorni dal protocollo d’intesa siglato tra la Condotta Loreto Val Musone e il Comune di Recanati. Con questo accordo, le due realtà si propongono di fare sinergia per educare alla cultura alimentare i cittadini, valorizzare il patrimonio agro-alimentare locale e gli aspetti salutistici legati al cibo, anche coinvolgendo in attività condivise le diverse generazioni; promuovere la sostenibilità ambientale ed energetica, salvaguardare la biodiversità e i saperi tradizionali come modello nelle iniziative di cooperazione.

Eleonora Tiseni per AmAnticA