musica mostre e incontri nel piccolo intenso mondo di Castelnuovo, antico rione di Recanati (MC)

0

Passato, presente e futuro… a suon di musica!

AmAnticA e la sua location

Ci siamo! A quasi tre mesi dall’evento, eccoci a raccontare AmAnticA: il Festival di musica Folk che anima l’estate recanatese da ormai 8 edizioni e che anche quest’anno farà del rione Castelnuovo la sua location d’eccezione.

Chiesa Santa Maria Assunta

L’idea del Festival non poteva non nascere nel quartiere più antico di Recanati, dove la musica la fa da padrone e da dove anche Beniamino Gigli è cresciuto e ha dato il via alla sua carriera.

In un incrocio di vie, piazzali e un panorama mozzafiato che abbraccia l’orizzonte dai monti al mare, rivivrà anche quest’anno il Festival di musica Folk con i suoi protagonisti d’eccellenza.

L’evento del 22 e 23 luglio prossimi è divenuto anch’esso un appuntamento immancabile nella programmazione culturale estiva recanatese e anche quest’anno non mancherà di offrire al pubblico, che da sempre lo segue, la giusta dose di novità con uno sguardo sempre teso alla tradizione.

Una via del quartiere

E’ proprio questa, la tradizione, il comune denominatore della vita di questo luogo, che ripresenta oggi le stesse dinamiche che lo hanno animato un tempo. Una comunità legata alle proprie origini, fiera del proprio territorio, attenta a mantenere i giusti equilibri capace però di aprirsi a nuove esperienze.

L’approccio alla novità, l’intraprendenza e la tenacia sono stati gli stimoli che hanno reso gli artigiani di un tempo, gli imprenditori di oggi.
A Castelnuovo, il borgo del vento, tante erano le botteghe aperte al pian terreno delle abitazioni…

In questo particolare quartiere, collegato al centro storico dalla Piaggia (ripida salita che sbuca nei pressi del Duomo), si potevano trovare pettinai, calzolai, organettari e falegnami e non mancavano il caldararo, lo stacciaro, il pippaio, il bottacchiaro, l’oste, il canepino, il sarto e il muratore a conferma dell’operosità e dell’importanza del lavoro dei suoi abitanti (fonte: “Castelnuovo tra l’Ottocento e il Novecento” 2007).

L'Istituto musicale che esisteva a Castelnuovo

Oggi le botteghe sono quasi tutte chiuse e si sono trasformate in attività che hanno fatto della loro versatilità e ingegnosità la base della loro trasformazione in eccellenze conosciute a livello nazionale e internazionale. Lo stimolo a dare il meglio e a confrontarsi con artigiani vicini ha fatto sì che dal lavoro prettamente contadino si passasse prima a quello artigiano fino ad arrivare a dar vita a vere e proprie industrie.

Particolare della Chiesa

Un’atmosfera, dunque, che sarà possibile riassaporare nelle giornate di AmAnticA quando le vie principali del rione (via Risorgimento e Via A. Giunta) diventeranno uno scenario a cielo aperto di concerti ed esibizioni musicali che scalderanno l’anteprima dei due concerti di punta in programma nelle serate di sabato 22 e domenica 23 nel piazzale antistante l’antica chiesa romanica di Santa Maria Assunta.
E ad accogliere i visitatori non poteva mancare l’ospitalità di stand gastronomici d’eccezione del circuito Slow Food.

Vi abbiamo incuriosito abbastanza?
Allora continuate a seguirci per restare aggiornati con le novità di AmAnticA 2017 e soprattutto per scoprire i protagonisti di questa nuova edizione dedicata alla musica folk.

AmAnticA 2017 - stiamo arrivando